fbpx

La mia Mission

Il coach non si relazione con il cliente/coachee come esperto del suo settore, ma lo stimola a tirare fuori talenti e desideri che ha dimenticato o nascosto.

Il coach non ha la bacchetta magica per risolvere il problema, ma aiuta il coachee nel vederlo in modo diverso e affrontarlo più efficacemente.

Il coach non dà le soluzioni ma fa arrivare il coachee alle soluzioni.

Il coach non indica la strada, ma illumina le possibilità. E’ una luce, è un faro

La mia mission è infatti essere una luce, un faro, per chi mi circonda: guidare e supportare nel mare tempestoso e rischiarare e riscaldare in acque tranquille.

Forse nel mio nome c’era veramente il mio destino. Come un faro guido le persone nelle diverse condizioni e situazioni della vita e del lavoro. Nel mare piatto e senza un alito di vento – che è sicuro, ma non ci fa spostare di un centimetro e necessita quindi di un cambiamento – e nel mare in burrasca, dove si è perso la rotta e non si sa più da che parte andare e soprattutto come procedere.

In questo modo ti aiuto a brillare della tua luce unica ed essere anche tu un faro per chi hai vicino.

il mio logo

Tutto ha un significato

Non c’è miglioramento senza cambiamento. Questo è il fondamento del coaching: chi viene da me vuole migliorare e raggiungere il successo che desidera. Per questo deve attuare un cambiamento.

Per questo ho scelto come logo un serpente che crea l’iniziale del mio nome. In realtà è un simbolo che mi segue e rappresenta da anni, il tutto iniziato da un serpente tatuato sulla caviglia.

Il serpente, nonostante la repulsione o paura che molti di noi possono avere, rappresenta il cambiamento (il suo cambiare pelle lo rende simbolo di miglioramento).

Il serpente lascia la pelle vecchia per quella nuova. Continuando nel suo cammino, senza guardarsi indietro.

Non solo. Il serpente rappresenta anche, fra l’altro, la vitalità e la forza nella ricerca dell’equilibrio.

Insomma. Un simbolo (e logo) che rappresenta a pieno quello che faccio.

il mio metodo

Tutto ha un significato

Ogni coachee viene da me per vari motivi, con desideri diversi, con la sua storia. Questo vale sia nella sfera del coaching individuale che nelle formazioni in azienda. Ogni realtà ha la sua identità.

E per questo ogni percorso è unico, interamente personalizzato.

Non solo, quando si inizia non si sa come procederà. Il coaching aiuta proprio a fare chiarezza sui propri desideri e obiettivi (che, di solito, non sono quelli per cui il coachee è venuto all’inizio). Il percorso è una crescita, e come tale flessibile.

Come coach non seguo in maniera rigida percorsi prestabiliti o protocolli, ma attingo dalla mia esperienza professionale e dalle tecniche e approcci raffinati in tutti questi anni, perché ogni percorso con me sia esattamente quello di cui hai bisogno.

Un percorso fatto su misura per te. Come un tatuaggio personalizzato (e non copiato dai libri di tattoo).

Unico, e per questo efficace e limitato nel tempo ma con obiettivi duraturi.

Dopodiché potrai continuare con le tue gambe, in modo indipendente, consapevole e sicuro.

Parlano di me

Lei Leadership energia imprenditorialità

Intervista che mi è stata fatta, in quanto ex studentessa Cà Foscari, nel secondo numero della Rivista LEI nella sezione Cafoscarina come Lei, nel Progetto LEI del Career Service Università Ca’​ Foscari Venezia.
La Rivista LEI – Leadership energia imprenditorialità- raccoglie ritratti di profili femminili, approfondimenti sulle soft skills per rafforzare la leadership femminile, sul ruolo della donna rispetto alla dimensione economica e sul tema dei diritti e dell’inclusività nel mondo del lavoro.
“Donne che già hanno conquistato uno spazio nel mondo del lavoro in cui esprimono i loro talenti, donne che sono diventate delle mentor per le giovani che hanno partecipato ai nostri appuntamenti.”
Per me è quindi un onore, come cafoscarina, come professionista e come donna essere stata scelta come riferimento per le giovani donne, cafoscarine e tutte!!!

Life Coach e Formatrice si racconta attraverso le “vite degli altri”

Sin dal suo sguardo penetrante si capisce che il suo lavoro è “scrutare” in profondità nell’animo e nel cervello delle persone. E non stiamo parlando della mission di una psicologa o psicoterapeuta. Stiamo parlando di una donna che partendo da “molto lontano”(una laurea in Lingua e Letteratura Araba), dopo un percorso di tante curiosità e passioni è approdata negli ultimi vent’anni alla professione di Life Coaching e Formatrice. Parlando con Lucia Barbieri al telefono la sua voce trasmette immediatamente alcune sensazioni che fanno parte del suo modo di stare al mondo e della sua attività.

Intervista International Criminal Court

Intervista rilasciata alla newsletter Mentor-Hood (Newsletter of the Women Mentoring Programme) interna per lo staff dell’International Criminal Court ICC (Corte Penale Internazionale) dell’Aia.
La newsletter è una delle iniziative scaturite da un progetto pilota di tutoraggio per il personale femminile presso la Corte, per sostenerne la crescita presso la Corte. Una sezione è stata dedicata alle donne influenti per capire le sfide affrontate nella loro carriera e in quanto donne professioniste.

Lucia Barbieri coach & trainer